BIANCOSPINO – Crataegus monogyna

BIANCOSPINO – Crataegus monogyna
FAMIGLIA: Rosaceae
DESCRIZIONE: cespuglio spinoso molto ramificato, con frutti rossi, farinosi-carnosi. Foglie lobate, profondamente separate. (laevigata con 2-3 stili e foglie solo superficialmente trilobate con segmenti arrotondati e dentati.?). Vi sono specie diverse distinguibili dalla lobatura delle foglie. Arbusto sempreverde raggiunge l’altezza di 2-5 (fino a 10 m). Fioritura maggio e giugno. Contiene nei fiori: flavonoidi, derivati purinici, olio essenziale, tannini; nei fiori freschi, ammine con odore sgradevole. Nei frutti troviamo meno flavonoidi, ma più tannini (procianidina, epicatechina), vitamine, coloranti, pectine.

HABITAT: cespugli, margini di boschi, boschi radi; in quasi tutta Europa. La sp Monogyna si trova fino in Nord Africa e in Asia sud-oc

PROPRIETA’: Fiori, frutti e anche le foglie spesso contenuti insieme in preparati: migliorano l’irrorazione sanguigna delle coronarie, normalizzano i rapporti di pressione sanguigna e regolano l’attività cardiaca. Impiegati soprattutto negli ipertesi e negli arterosclerotici. Poiché non esiste alcuna somiglianza con i glicosidi cardioattivi, queste droghe vengono spesso impiegate, come sostegno e integrazione, nella terapia a base di digitale. Nella Medicina popolare, la polpa del frutto viene usata contro la diarrea.

 

← PreviousNext →