Una volta gravida, è opinione comune che le richieste nutrizionali di una fattrice aumentino nell’ultimo trimestre, soprattutto in relazione alla rapida crescita del feto . Tuttavia, recenti studi hanno dimostrato l’esigenza di considerare anche il periodo che va dal 5° all’ 8° mese di gravidanza : periodo in cui si sviluppano placenta e ghiandola mammaria . Due strutture fondamentali per il nutrimento e la crescita del futuro puledro .Così , in una fattrice gravida , non basta coprire i fabbisogni energetici in relazione al mese di gestazione  ma occorre garantirle l’apporto di nutrienti fondamentali quali Ac, folico , vitamine , macro e micro elementi ( dal rame al selenio) , in quantità e biodisponibilità sempre adeguate  tenendo  anche conto  che il fieno subisce, durante la conservazione, una perdita del proprio valore nutritivo. Analogo ragionamento si può fare per la fattrice in lattazione ,per la quale non basta  coprire il fabbisogno energetico di produzione del latte ma anche le sue specifiche necessità in minerali e vitamine , in modo da migliorare il potere nutritivo e la qualità del latte stesso. Il Bilanciatore Stamina  rappresenta uno strumento adeguato ed efficace  che può  garantire la costante  copertura dei fabbisogni di nutrienti importanti ed indispensabili alla gestione della fattrice gravida e in lattazione . Inoltre , poiché il Bilanciatore Stamina si somministra separato e in aggiunta ai cereali , è possibile coprire i fabbisogni mineral-vitaminici senza dover eccedere nella quantità di cereali , evitando i problemi connessi all’esagerato apporto energetico di una razione : dall’obesità ai disturbi del metabolismo (es. iperinsulenemia ).